Back to grid

Javi Gomez dietro le quinte

Mentre l’atleta On di triathlon Javi Gomez si avvia verso l’ignoto con il suo primo Ironman World Championships, andiamo oltre la sua facciata fresca e calma con la persona che lo conosce meglio - la fidanzata di Javi, l’atleta triathlon professionista Anneke Jenkins.

La leggenda del triathlon Javi Gomez sta camminando verso un nuovo ignoto percorrendo tutta la distanza dell’Ironman. E forse non c'è nessuno di più importante tra le persone che lo aiutano ad arrivarci della sua fidanzata Anneke Jenkins. Abbiamo parlato con lei per avere il suo punto di vista sulla capacità di Javi di trovare sempre nuovi limiti. Scopri di più sul viaggio di Javi verso l’ignoto qui

 

Q&A con Anneke Jenkins

 

Anneke, anche dopo tutto quello che ha vinto, la spinta di Javi ad andare oltre i propri limiti sembra più forte che mai. Da dove trae la sua ambizione?  

Javi ama il triathlon e lo stile di vita. Gli piace stare in forma e attivo e adora mangiare buon cibo alla fine di ogni giornata. È ancora forte, in forma e veloce, e non sta rallentando. Ha ottenuto così tanto, ma allo stesso tempo è sempre in attesa e vuole sfruttare al meglio questo momento, perché il triathlon a questo livello non durerà per sempre. 

 

Javi appare sempre così calmo ma allo stesso tempo è un feroce concorrente. Lontano dalla competizione, c'è qualcosa che lo fa impazzire? 

Javi è una persona molto calma, non è affatto aggressivo, ma in gara è così forte mentalmente e con tutta la sua esperienza gareggia anche in maniera intelligente. Lontano dalle corse gli piace suonare musica - forte e pesante! Amerebbe in realtà essere un musicista professionista. La musica è sicuramente la sua seconda passione ed è qualcosa che lo fa impazzire! 

 

L'umore di Javi cambia completamente in vista di una gara? 

Sì, di solito diventa piuttosto scontroso..... no, sta bene, hahaha! Ci possono essere stati di nervoso e stress in vista di gare importanti, ma questo è normale. In linea generale è molto sicuro delle proprie abilità, specialmente quando si è allenato bene. Sa certamente come prepararsi fisicamente e mentalmente. 

 

Hai mai visto Javi dubitare di se stesso?

Certamente! Tutti lo facciamo, no? Ci sono stati momenti che hanno preceduto le gare in cui la sua preparazione avrebbe potuto essere migliore, per un motivo o per l'altro, e può diventare una preoccupazione o un dubbio per lui. È così forte mentalmente e ha così tanti anni di allenamento e di gare alle spalle che di solito può ancora correre bene, non importa cosa. 


 

Sono molto nervoso prima di una gara e Javi mi ha aiutato molto a migliorare. Anche lui è nervoso, come la maggior parte degli atleti, ma ha scoperto ogni aspetto del triathlon e si è allenato per non avere nessuna debolezza. Ciò gli da sicurezza. 

 

Le battute d'arresto fanno parte della carriera sportiva. Come vi supportate a vicenda durante i periodi difficili?  

Javi è stato di grande sostegno per me. Ovviamente sono ad un livello diverso e faccio triathlon solo da pochi anni, ma Javi ha davvero creduto in me, mi ha sostenuto e mi ha sempre incoraggiata a continuare ad andare avanti. Non ho ancora mostrato il mio potenziale in gara, ma lui mi ha visto allenarmi bene in diversi momenti e vuole che anch'io abbia la possibilità di fare bene. 


 

Anche Javi ha avuto la sua parte di difficoltà. Affronta i problemi molto bene ed è sempre in grado di separarsene e dare il meglio di sé. Le cose continuano ad avere un effetto su di lui, naturalmente, ma è una persona che sa gestire le difficoltà della sua vita e che riesce ancora ad eccellere ai massimi livelli. 


 

Cerco solo di sostenerlo e di supportarlo nel modo in cui mi piace essere supportata. In linea generale si tratta di esserci per lui. È anche importante allontanarsi dal triathlon, quindi facciamo sempre in modo di avere tempo per noi stessi, il che aiuta molto quando c'è una battuta d'arresto. È davvero bravo a spegnere tutto, cosa che ha anche contribuito a insegnarmi a rilassarmi Ci sto ancora lavorando su haha! 

La Cloudflow
Quando si continua ad aumentare la distanza - e il passo - si ha bisogno di una scarpa su cui poter contare. Per l'allenamento e le gare, Javi sceglie il Cloudflow.
Scopri la scarpa di Javi

 

Cosa vorrebbe dire per te vedere Javi sul podio all’Ironman World Championships di Kona? 

Sarebbe bello se Javi finisse sul podio a Kona, sembra essere davvero difficile affrontare la tua gara di debutto a Kona nel modo giusto e avere tutto quello che serve per pianificarla. Sarei così orgogliosa se avesse una buona giornata là fuori e gareggiasse così come si è allenato. 

 

Congratulazioni per il tuo impegno - come pensi che i nervosismi pre-matrimonio potrebbero essere paragonati ai nervosismi pre-gara per entrambi?

Haha Penso che i nervosismi di Kona siano gli unici nella nostra mente in questa fase, il matrimonio è emozionante e si spera che siano un giorno e una notte divertenti con i nostri amici più cari e la famiglia. Forse avvicinandosi alla data il nervoso aumenterà!  

 

Segui Javi

Segui Javi nell'ignoto su tutta la distanza dell’Ironman, iscrivendoti alla newsletter On. Sarai inoltre il primo a scoprire le nostre ultime tecnologie in fatto di performance running.