Back to grid

Mr. Ironman Svizzera pronto a conquistare il 10° titolo

Già il re indiscusso dell’Ironman Svizzera, l’atleta On Ronnie Schildknecht ha gli occhi puntati sulla vittoria record del 10° titolo della manifestazione.

Allo sparo di inizio dell’edizione 2018 dell’Ironman Svizzera, questo 29 luglio a Zurigo, tutti gli occhi saranno puntati su un solo uomo: la leggenda svizzera del triathlon Ronnie Schildknecht. Il nove volte vincitore della manifestazione, eroe locale, tenterà di raggiungere il record a due cifre. 


 

Con l’eccezione della scorsa edizione, dove Ronnie si è ritirato dalla competizione a causa di un problema muscolare al polpaccio, il trentottenne ha vinto ogni edizione a cui ha partecipato. 


 

Le nove vittorie sarebbero state consecutive, se non fosse stato per una sola gara, nel 2014, quando Ronnie scelse di partecipare all’Ironman di Francoforte in modo da assicurarsi abbastanza punti per partecipare lo stesso anno all’Ironman World Championship, svoltosi come sempre a Kona, nelle Hawaii. 

La preparazione di Ronnie per l’assalto alla decima vetta del podio sta andando bene, come evidenziato dalla conquista del titolo TriStar 55.5 Triathlon Svizzera a Rohrschach, il 15 luglio 2018. L’evento prevede che i partecipanti percorrano una variante della tradizionale distanza sprint, gareggiando lungo 500 metri a nuoto, 50 chilometri (311 miglia) in bicicletta e cinque chilometri (3,1 miglia) di corsa. 


 

“Credo che l’evento a Rohrschach sia stato la preparazione perfetta per l’Ironman Svizzera,” afferma Ronnie. “Sono appena tornato dall’allenarmi nelle Alpi, quindi è stato un modo grandioso di completare la mia ultima settimana di duro training.”


 

Qualsiasi rivale che pensi che la fame di Ronnie per la vittoria all’Ironman Svizzera potrebbe essersi calmata dopo dieci anni, si sbaglierebbe. 


 

“Non guardo indietro, guardo sempre davanti,” ha affermato. “Ho bisogno di mettermi alla prova. È fantastico quello che ho già ottenuto e mi è piaciuta ogni vittoria, ma una volta partito non mi importa di quello che ho fatto prima. 


 

“E, naturalmente, è la mia gara di casa [l’Ironman Svizzera] e mi piace gareggiare davanti ai miei amici e familiari. Anche nel corso degli anni ho potuto provare tante emozioni, quindi è una gara molto speciale per me.”


 

Alla domanda su quale sia la chiave per rimanere in vetta per così tanto tempo, Ronnie punta all’evitare l'autocompiacimento e imparare dalle battute d'arresto - come il suo ritiro dall'evento dello scorso anno. 


 

“Cerco di rimanere umile e di non dare nulla per scontato. Amo anche spingermi al limite durante l'intero processo.


 

“All'evento dello scorso anno ero molto deluso, ma allo stesso tempo sapevo di aver fatto tutto bene e di non essere in grado di cambiare nulla. Quindi dopo qualche giorno stavo bene. Ha dimostrato ciò che già sapevo: che siamo tutti umani e non possiamo controllare tutto. Ma anche di dare il tutto per tutto e lasciare da parte il resto.”


 

Che cosa significherebbe per Ronnie aggiudicarsi finalmente il decimo titolo di Ironman Svizzera? 


 

“È il mio obiettivo principale della stagione accanto agli Ironman World Championship. Significherebbe tantissimo. Non sono uno particolarmente attaccato ai numeri, ma 10 vittorie sarebbero davvero belle.

La Cloud X
La scelta di Ronnie per l’Ironman Svizzera: “È una scarpa molto leggera con un’ottima ammortizzazione.”
Scopri